Expo e turismo

Cicerone per un giorno in quel di Milano 2015

milano.ask-meEcco un supporto fondamentale in favore di turisti e visitatori che si troveranno a transitare nel ns. capoluogo; è un progetto tutto basato sul volontariato. Da queste nostre stesse pagine aveva già preso avvio il discorso sulle idee che fanno grande Milano e su come, chiunque,volendolo potrebbe dare una mano affinchè questa esperienza universale faccia ricadere sulla nostra città l’attenzione positiva del mondo, rendendola una meta sempre più ambita. Ed ecco dunque il diffondersi di una iniziativa voluta da Ciessevi e dal comune di Milano. Chi vuole può donare il suo tempo per fare informazione attiva; non è necessario ritagliarselo ad hoc, basta indossare la spilla Ask Me, per essere cittadinanza attiva. La spilla vi identificherà come volontari e riporterà il logo del comune di Milano, il logo di Expo in Città e le bandiere delle lingue conosciute. Così mentre si va in ufficio o a teatro oppure uscendo dalla palestra per tornare a casa ci si potrebbe imbattere in un gruppo di turisti che necessitano di informazioni basilari. La spilla indicherà proprio che voi in quel momento siete predisposti a prendervi cura delle loro esigenze, circa, per esempio, i mezzi più comodi, le mostre in programma o magari vi verrà chiesto un semplice suggerimento su dove cenare bene e a poco prezzo.

Per candidarsi e diventare ciceroni per qualche minuto o per tutti i prossimi 4 mesi di Expo,basterà registrarvi su: http://www.volontarienergiapermilano.it

Io l’ho già fatto 🙂

Advertisements

La navetta dentro Expo Milano 2015: come muoversi (gratuitamente) con People Mover

Navetta People MoverNoi di Expopportunity vi vogliamo dare informazioni su Expo Milano 2015 che sono ancora poco conosciute e diffuse… Come l’esistenza della navetta People Mover, che è gratuita e consente di muoversi lungo la perimetrale all’interno del grande sito espositivo. Il suo percorso è infatti circolare, lungo 5 km e attivo per tutta la durata della manifestazione dalle 9 alle 24 (e in ogni caso attivo un’ora prima e dopo rispettivamente all’apertura e alla chiusura della manifestazione). Fa 10 fermate nei punti più strategici della manifestazione, con un tragitto in senso orario e avrà una cadenza variabile da un minimo di 5 ad un massimo di 7 minuti. People Mover sarà inoltre un autobus con caratteristiche di elevata innovazione e sostenibilità ambientale, dotato di aria condizionata e con 23-28 posti a sedere e uno per le carrozzelle.

Ecco quali sono le 10 fermate di People Mover:

  • FERMATA 1 (Accesso Ovest Fiorenza/Accesso Ovest Triulza): zona arrivo/partenze metro, zona arrivo/partenze stazione ferroviaria, parcheggio FieraMilano;
  • FERMATA 2: Expo Center, accesso corridoio Decumano;
  • FERMATA 3: Cascina Triulza (padiglione della società civile), Children Park;
  • FERMATA 4: Cluster Spezie, Cluster Frutta e Legumi;
  • FERMATA 5: Padiglione Italia, Lake Arena, Parco della Biodiversità, Cluster Biomediterraneo;
  • FERMATA 6 (Accesso Roserio): navette per i parcheggi Arese – Trenno, Parcheggio Roserio, Taxi;
  • FERMATA 7: Collina mediterranea;
  • FERMATA 8 (Accesso Merlata): Future Food District, Open Air Theater, Parcheggio Cascina Merlata, Taxi, Autobus;
  • FERMATA 9: Cluster Caffè, Riso e Cacao;
  • FERMATA 10: Padiglione Zero.

Expo Milano 2015 e i flussi di visitatori/turisti

Benvenuti a ExpoQuesta Expo targata 2015 mette in difficoltà riguardo le previsioni: l’Italia ha da sempre una tradizione di grandi eventi e di atrattività, dalla mostra di Picasso con quasi 600 mila visitatori passando alla “Notte della Taranta” con 300 mila presenze sino ad arrivare alle oceaniche folle vaticane (quasi un milione in un giorno per la doppia santificazione di Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII l’anno scorso in questo periodo) e i milioni che visitano le città d’arte. Ma tant’è; se il range – per Expo 2015 – oscilla tra i 17 milioni e i 24 milioni di visitatori e 1 miliardo di contatti on line. Nel corso di Expo (che durerà 184 interi giorni) la distribuzione dei flussi italiani e stranieri dovrebbe bilanciarsi: quasi l’80% degli Italiani visiterà la manifestazione nei periodi di “punta e coda” (maggio-giugno e settembre-ottobre), mentre si prevede cheil 46% dei visitatori europei e il 56% di quelli extraeuropei approfitterà dei mesi estivi (luglio-agosto) per visitare i padiglioni del proprio Paese. 2 milioni saranno costituiti da studenti. Secondo una ricerca della Bocconi-Met, si stima che quasi 11 milioni di visitatori saranno alla ricerca di un alloggio; considerando che una permanenza media ottimale in area metropolitana milanese sarà di 2,5 giorni, i visitatori genereranno una domanda ricettiva di circa 27,5 milioni di presenze, pari a una media di circa 150.000 posti/notte per 6 mesi. Milano sarà il fulcro di tutto questo ed è avvantaggiata dal fatto di avere una posizione felice per i trasporti e i viaggi, ma è dotata solo di 90.000 posti/letto che mediamente, esclusi i due mesi centrali estivi, sono occupati per il 55-60%.Expo sarà insomma una bella sfida, da tutti i punti di vista. MAGGIORI INFORMAZIONI.

Come raggiungere l’Expo …

gioco da ragazzi raggiungere l'Expo

Anche le Frecce Trenitalia saranno “ciceroni per Expo”: racconteranno Expo 2015 ai milioni di passeggeri che, nei prossimi mesi, vi saliranno a bordo e ai tanti che le vedranno sfrecciare. A raccontarci Expo 2015 saranno le livree esterne di un Frecciarossa, un Frecciargento e un Frecciabianca, e gli interni di 15 Frecce, interamente personalizzati ad hoc.

Alcuni numeri:

Le frecce: 236 TRENI AL GIORNO DA TUTTA ITALIA – 236 corse al giorno da tutta Italia di cui 148 Frecce ovvero 130mila posti al giorno, fra treni nazionali e internazionali. A Rho Fiera Expo Milano 2015 fermeranno ogni giorno 19 Frecciarossa, 18 Frecciabianca, quattro Intercity notte e 26 treni da e per Svizzera e Francia. Il semestre di Expo coinciderà anche con l’arrivo su binari ad alta velocità del Frecciarossa 1000 che Fs definisce “il più moderno e tecnologico treno veloce europeo”.

TRENORD: 379 CORSE GIORNALIERE –  A partire dal 26 aprile saranno 379 le corse giornaliere effettuate da Trenord per collegare la Lombardia alla stazione di Rho Fiera Expo Milano 2015: un treno ogni tre minuti per un’offerta complessiva quotidiana di 180mila posti.  Da Milano Centrale è possibile raggiungere Expo con i treni diretti a Domodossola.

Partire per poi tornare sarà un gioco da ragazzi!

Da Samarè a Ecopsichè; con oltre 900 progetti presentati, si chiudono i Tavoli Tematici per Expo 2015

Ieri, 5 febbraio, ultimi tavoli tematici per Expo 2015.

L’hanno fatta da padrone le associazioni di solidarietà e no profit; alla presenza di Chiara Pennasi di Cascina Triulza e Giacomo Biraghi di Expo 2015 Spa, presso Palazzo Turati, una ventina di interventi in tutto, tra progetti che si svolgeranno in Cascina e presentazione di nuove idee; da “Milano città nascosta”, con tour in città che permettono ai visitatori di esplorare la città con occhi nuovi, a “Samarè, i semi alati della cultura” che propone una rassegna di serenate nelle ville lombarde, dal titolo Incanti d’amore, sino a “Re-Expo”, Milano crocevia dei popoli che vuole essere, oltre ad un grande evento culturale, anche un luogo di scambio per tutti i visitatori che, nei sei mesi di Expo,  vorranno godersi l’enogastronomia in avveniristiche cupole geodetiche. Inoltre periferie senza tempo con il concept di Abele Malpiedi che vede un orologio sprovvisto di lancette e numeri, quale dichiarazione del “qui e ora” e la ecopsicologia di “Ecopsichè” che vorrebbe rimettere al centro della vita terrestre il suffisso”Eco” eliminando l’ormai datato “Ego”.

Ulteriori approfondimenti su www.tavoliexpo.it

tavoli tematici

Expo Milano e il tour virtuale tra i padiglioni: inizia a vedersi il futuro

expo-milan-food-opportunity-tris2Via ai lavori e tutti i Paesi puntano a realizzare edifici innovativi e sorprendenti.
Si passa dai cappelli dei contadini thailandesi al deserto fiorito degli Emirati Arabi, dalle coltivazione a terrazzo di riso vietnamita al contenitore svizzero. Per la Cina investimenti record, lo spazio più grande alla Germania. Lo avevamo detto sin dall’inizio che questo appuntamento targato Expo 2015 avrebbe portato meraviglie e innovazioni in diversi campi oltre che nell’alimentazione: l’Italia sarà di nuovo centro di propulsione e creatività e si vede apparire tutto ciò attraverso il tour virtuale dei Padiglioni, non scordandoci che le ‘autostrade’ della grande Esposizione saranno tre: sito espositivo Expo al confine con Rho Pero; “Expo in Città” gestito da Comune e Camera di Commercio; il “Fuori Expo” spontaneo. I Paesi sono i protagonisti dell’Esposizione universale e saranno le architetture dei loro edifici a tratteggiare l’orizzonte: tutti sono in corsa per realizzare il padiglione più innovativo e sorprendente. Eppure, dice il commissario unico Giuseppe Sala, “la cosa che più stupisce è come le Nazioni abbiano colto in pieno la sfida che avevamo lanciato: non costruzioni monumentali, ma progetti in grado di sviluppare il tema dell’alimentazione”. Disegni tecnologici, con grandi spazi aperti, molti richiami alla natura e materiali sostenibili da smontare al termine dell’evento”.

GUARDA LO SLIDESHOW

Expo 2015, un’opportunità enorme per l’Italia: parola di Farinetti

Riportiamo pari pari un lancio dell’agenzia ANSA: “L’Expo 2015 sarà un’opportunità enorme per il nostro paese e arriveranno il doppio delle persone che ci aspettiamo”.  Così parla il fondatore di Eataly, Oscar Farinetti, che, intervistato da Maria Latella a SkyTg24- ed ha aggiunto “ogni anno ci sono un sacco di turisti stranieri che vorrebbero venire in Italia ma che poi, per una serie di ragioni, non vengono”.  Stavolta non avranno alibi. Per l’Expo 2015 verrà tantissima gente, prepariamoci”.

Le parole opportunità ed Expo: la pensiamo anche noi così, potrebbe sfuggire di mano il numero dei presenti. basterebbero piccole varianti per avere conseguenze importanti. Un esempio? Se Papa Francesco visitasse l’Expo e ne parlasse bene, quanto varrebbero le sue parole?

Trenhotel. In occasione di Expo Milano, Chiasso risponde con creatività

expo-opportunità-trenhotel-chiassoTrenhotel, una particolare struttura alberghiera che dovrebbe sorgere nella cittadina del Mendrisiotto in concomitanza con EXPO 2015. Lo scopo del progetto, per il quale il Municipio ha chiesto un credito di 2,3 milioni di franchi, è quello di attirare dai 100 ai 300 turisti al giorno durante i 6 mesi del grande evento che si terrà a Milano. Dieci carrozze verranno trasportate nell’area parcheggio di via Manzoni sulla quale saranno posate due file di rotaie. Oltre ai vagoni letto vi sarà la ricezione, il bar-lounge e uno spazio espositivo.

“Art & Food” alla Triennale di Milano nel palinsesto di ‘Expo in città’

Arte-Expo-Triennale-Milano-opportunityL’Esposizione Universale 2015 si sviluppa nel cuore della Città: la Triennale di Milano ospiterà “Art & Food”, il progetto espositivo, a cura di Germano Celant, dedicato al rapporto tra arte e cibo. Art & Food in Triennale, il tempio del design noto a tutto il mondo, arricchirà il grande palinsesto di ‘Expo in città’, i sei mesi di mostre, eventi e convegni che Milano sta preparando per accogliere i milioni di visitatori attesi. Approfondisci.

Il tema del cibo viene approfondito come oggetto di riflessione simbolica nel corso della storia, mostrando come abbia saputo ispirare gli artisti e quanto tutto ciò che ha a che fare con l’alimentazione abbia esercitato una certa influenza sullo sviluppo della storia dell’arte.

 

Amburgo, fra 20 anni senza automobili. Nel giro di 20 anni una rete di strade per pedoni e ciclisti

La città di Amburgo, in Germania, sta lavorando a un piano per eliminare la necessità di muoversi in automobile nel giro di soli 20 anni. L’obiettivo dell’amministrazione tedesca è rendere la città un luogo migliore in cui vivere: più sostenibile dal punto di vista ambientale e più “sana” per gli abitanti.  Continue reading